cucublog

curiosità & cultura

Il Costruttore

1 Commento

Charles-Edouard Jeanneret-Gris nasce in Svizzera il 6 ottobre 1887, ma vivrà la sua vita in Francia, riconosciuto come Le Corbusier.
Il mio incontro con Le Corbusier è stato indotto dalla passione per l’architettura, ma quello che si scopre leggendo i suoi numerosi e variegati scritti, è molto di più di quello che ci si aspetta.
Egli stesso non si riteneva “solo” un architetto, ma un insieme di attitudini, di passioni, di propensioni alle varie arti.
In Le Corbusier si incontrano il tecnico, il pittore, il grafico, il designer, il poeta, lo scrittore, …il viandante.
In maniera personale, sentita, partecipativa, condivide attraverso schizzi, tele e versi riflessioni, sensazioni ed emozioni senza tempo.

“Lascio sempre libera mezza giornata, la mattina o il pomeriggio, per tagliare i ponti (le catene), per staccare, per pensare a qualcosa di diverso, di disinteressato, di creativo, di potente, vitale, di passato-futuro coniugato”.  LC

E’ stato definito uno dei maestri del “Movimento Moderno”, un pioniere. Lo è stato allora e lo è adesso, attualissimo e futuristico.
Uno dei miei scritti preferiti è “Le poème de l’angle droit”, ritenuto dall’autore stesso il punto fondamentale di tutta la sua opera e a lungo tempo sottovalutato dal pubblico.
Nei versi e nelle splendide litografie correlate, Le Corbusier esprime i capisaldi del suo pensiero, umano, naturale, cosmico, tecnico, …

“Occorre ritrovare l’uomo. Occorre ritrovare la linea retta che abbraccia l’asse delle leggi fondamentali: biologia, natura, cosmo. Linea retta inflessibile come l’orizzonte del mare”. LC

Mi piace ricordarlo oggi e come molti altri giorni, aprire una pagina del Poème :

“…Non opprimete dunque colui
che vuole prendere la sua parte
dei rischi della vita.
Lasciate fondere i metalli,
tollerate delle alchimie che
d’altronde vi lasciano fuori causa.
E’ attraverso la porta delle pupille aperte
che gli sguardi incrociati
hanno potuto condurre
all’atto folgorante di comunione.
“lo sbocciare i grandi silenzi”…
Il mare è ridisceso
alla bassa marea
per poter risalire puntuale.
Un tempo nuovo si è aperto,
una tappa, un termine, un rimpiazzo.
Allora non saremo rimasti
seduti a lato delle nostre vite”.
LC

http://www.fondationlecorbusier.fr

Autore: cucublog

curiosità, cultura, condivisione, partecipazione, spontaneità, sorrisi, entusiasmo, passione, letture, poesie, fotografia, architettura, design, arte, mostre, musei, viaggi, cucina, ricette, sperimentazioni ;-) , innovazione, rinnovamento, evoluzione, gioia, solarità, informazione, ..... :-)

One thought on “Il Costruttore

  1. Non conosco l’opera di Le Corbusier … in generale ho poca familiarità con la poesia (mea culpa!) ma questi versi mi sono molto piaciuti.
    Per questo ti ringrazio ed anche per lo stimolo che me ne nasce a cercare altro ….

Rispondi

Inserisci i tuoi dati qui sotto o clicca su un'icona per effettuare l'accesso:

Logo WordPress.com

Stai commentando usando il tuo account WordPress.com. Chiudi sessione /  Modifica )

Google+ photo

Stai commentando usando il tuo account Google+. Chiudi sessione /  Modifica )

Foto Twitter

Stai commentando usando il tuo account Twitter. Chiudi sessione /  Modifica )

Foto di Facebook

Stai commentando usando il tuo account Facebook. Chiudi sessione /  Modifica )

Connessione a %s...