cucublog

curiosità & cultura

Due lacrime per una giusta causa

2 commenti

Qualche giorno fa: pioggia incessante (che persiste tuttora), freddo e umidità, caldaia che fa i capricci (ora l’idraulico sta operando…), voglia di qualcosa di buono, caldo, una sorta di “tiramisù”.
Ho deciso di fare la zuppa di cipolle. Non quella secondo la ricetta classica francese, perchè altrimenti l’avrei gustata dopo un paio di giorni.
L’ho rivisitata ed alleggerita. Ottimo risulatato, hanno gradito anche ospiti improvvisati  🙂

Dosi per 8 persone:
– 4 cipolle bionde,- 4 patate,
– 1 carota,
– un ciuffo di sedano,
– olio, sale, pepe, brodo vegetale,
– cialde di riso soffiato,
– sottilette e parmigiano.

Procedura:
ho tagliato le cipolle, non troppo finemente. Qualche lacrimuccia, ma poi le dimenticate subito, non appena il profumo inizia ad inondare la casa e il primo cucchiaio di zuppa vi sfiora le labbra.
Ho fatto rosolare le cipolle in olio evo, fino a che non hanno iniziato a dorare. A parte ho frullato le altre verdure, che diventino quasi una purea. Le ho aggiunte alle cipolle e ho fatto soffriggere tutto per qualche minuto. Poi ho aggiunto acqua calda fino a coprire abbondantemente il composto e ho messo i condimenti.
Non fatela già particolarmente saporita, perchè poi va completata nel momento di servirla a tavola.
La zuppa di cipolle è uno di quei piatti che più bolle, più è buona. Io l’ho cucinata quasi 3 ore.
Una volta pronta, ho scelto delle ciotole, sul cui fondo ho messo una cialda di riso croccante. Vi ho versato due bei mestoli di zuppa e sopra ho prontamente messo a sciogliere una sottiletta e due cucchiai di parmigiano.
Tempo un minuto che i formaggi si fondano e…. mmmmmmmmm!!!!  Ci voleva proprio!  😉

 

Autore: cucublog

curiosità, cultura, condivisione, partecipazione, spontaneità, sorrisi, entusiasmo, passione, letture, poesie, fotografia, architettura, design, arte, mostre, musei, viaggi, cucina, ricette, sperimentazioni ;-) , innovazione, rinnovamento, evoluzione, gioia, solarità, informazione, ..... :-)

2 thoughts on “Due lacrime per una giusta causa

  1. Appreciate this post. Will try it out.

  2. Uno di questi giorni ci provo anch’io, grazie del consiglio 🙂

Rispondi

Inserisci i tuoi dati qui sotto o clicca su un'icona per effettuare l'accesso:

Logo WordPress.com

Stai commentando usando il tuo account WordPress.com. Chiudi sessione /  Modifica )

Google+ photo

Stai commentando usando il tuo account Google+. Chiudi sessione /  Modifica )

Foto Twitter

Stai commentando usando il tuo account Twitter. Chiudi sessione /  Modifica )

Foto di Facebook

Stai commentando usando il tuo account Facebook. Chiudi sessione /  Modifica )

Connessione a %s...