cucublog

curiosità & cultura


Lascia un commento

Dialoghi

La guardava meravigliato, per quello che aveva appena detto, per ciò che questo gli aveva istantaneamente fatto capire…

Le chiese infervorato: “Insegnami!”

Lei serena e intensa: “Non si può insegnare: si può imparare” 

.


Lascia un commento

Miraggi

…o altro?

Quando il rumore di una tapparella ti sembra lo sciabordio dell’onda e riguardare una foto scattata al volo in autostrada A4, contro un cielo azzurrissimo, ti ricorda uno stabilimento al mare…la situazione è grave!?  😀

…o quanto meno ci vuole un buon caffè 😉


Lascia un commento

Dialoghi (al limite della consapevolezza)

“A volte non riesco a star ferma, devo andare.”

“Ma andare dove?”

“Non importa, basta non sia qui, basta non sia niente, basta ci sia qualcuno, ma che non parli, non troppo, che non faccia domande, che forse nemmeno ascolti se apro bocca, perché se lo facessi probabilmente direi cose che poi non vorrei aver detto, non così.
Quelle cose che pensi, che sono dentro di te ma temi di dire, temi che siano sentite, soprattutto temi gli effetti del loro eco dentro.
Hai capito?
Ma mi hai sentito?”

“Sentito si, ma non ho ascoltato… almeno credo…
Non è quello che volevi?”

“…non lo so. Oggi è uno di quei giorni che tutto si affaccia al limite della consapevolezza, ma io non ho voglia, non ho tempo, non per questo.
Andiamo?”

“Dove?”

“Andiamo…”

 


Lascia un commento

01/2017

Adoranti
Emergono
Velate e prepotenti
Forti di leggerezza
Austere ancheggiano
Accennano svelamenti
Insinuano
Ingravidano e partoriscono
Dolcemente squarciano
Penetrano
Sussurrano e infieriscono
Sfidano e iniziano
Indipendenti dal vento
seguono un movimento
Quasi accarezzano
Poi tagliano
Deridono
Plasmano
Si plasmano
Non perdono
Sentono?

 


Lascia un commento

Intensità

“La luce che cade sulle cose è diversa.
Non viene per loro ma da loro.

Attimi in cui potrei lasciare tutto.
Ed è come fatto. Ritorno.

Sapore di colori in bocca.
Ferro e miele. Quasi profumo di neve.

Intensità.
E’ la prima cosa pensando a te.”

 

SZ


1 Commento

Istanti vuoti 

E poi d’improvviso realizzo che per alcuni istanti la mente è stata (quanto meno apparentemente) vuota.

Sorpresa, meraviglia e gratitudine. Non accadeva da troppo tempo. 

E ora i pensieri ripartono, ma qualcosa è cambiato… Forse me lo dirà il prossimo vuoto, bardo inaspettato.


1 Commento

Regali dal tempo

Ci sono parole che scrivi e poi tieni nel cassetto. Perchè non sono pronte ancora, perchè non sei pronta.
Poi d’improvviso, inaspettatamente una sera le ricordi, le cerhi…. e trovi.
Rileggi quelle righe ed è tutto chiaro.
Lo è perchè ora hanno trovato il loro tempo, il senso.
Ti chiariscono passato e presente. Ti inducono al futuro immediato, poco più in là di adesso.
Un senso di gratitudine e comprensione. Una sensazione di meraviglia e consapevolezza.
A quel momento, a questo, alle parole. A te.
E’ valsa l’attesa…

“Sputo parole che incendiano l’aria.
Corto circuiti volanti.
Dove arriveranno nel vento, a chi?
Ti arriveranno anche se non vorrai ascoltare.
Vomito emozioni oramai incontenibili.
Concimano nuovi terreni.
Attendono nuvole
che porto da un futuro selvatico,
dove avevo imparato tutto.
Farò piovere tanto,
per rabbia, ma soprattutto per amore.”