cucublog

curiosità & cultura


Lascia un commento

01/2017

Adoranti
Emergono
Velate e prepotenti
Forti di leggerezza
Austere ancheggiano
Accennano svelamenti
Insinuano
Ingravidano e partoriscono
Dolcemente squarciano
Penetrano
Sussurrano e infieriscono
Sfidano e iniziano
Indipendenti dal vento
seguono un movimento
Quasi accarezzano
Poi tagliano
Deridono
Plasmano
Si plasmano
Non perdono
Sentono?

 


Lascia un commento

Intensità

“La luce che cade sulle cose è diversa.
Non viene per loro ma da loro.

Attimi in cui potrei lasciare tutto.
Ed è come fatto. Ritorno.

Sapore di colori in bocca.
Ferro e miele. Quasi profumo di neve.

Intensità.
E’ la prima cosa pensando a te.”

 

SZ


1 Commento

Istanti vuoti 

E poi d’improvviso realizzo che per alcuni istanti la mente è stata (quanto meno apparentemente) vuota.

Sorpresa, meraviglia e gratitudine. Non accadeva da troppo tempo. 

E ora i pensieri ripartono, ma qualcosa è cambiato… Forse me lo dirà il prossimo vuoto, bardo inaspettato.


3 commenti

Regali dal tempo

Ci sono parole che scrivi e poi tieni nel cassetto. Perchè non sono pronte ancora, perchè non sei pronta.
Poi d’improvviso, inaspettatamente una sera le ricordi, le cerhi…. e trovi.
Rileggi quelle righe ed è tutto chiaro.
Lo è perchè ora hanno trovato il loro tempo, il senso.
Ti chiariscono passato e presente. Ti inducono al futuro immediato, poco più in là di adesso.
Un senso di gratitudine e comprensione. Una sensazione di meraviglia e consapevolezza.
A quel momento, a questo, alle parole. A te.
E’ valsa l’attesa…

“Sputo parole che incendiano l’aria.
Corto circuiti volanti.
Dove arriveranno nel vento, a chi?
Ti arriveranno anche se non vorrai ascoltare.
Vomito emozioni oramai incontenibili.
Concimano nuovi terreni.
Attendono nuvole
che porto da un futuro selvatico,
dove avevo imparato tutto.
Farò piovere tanto,
per rabbia, ma soprattutto per amore.”

 

 


3 commenti

Giù tra i libri

Forse cercavi qualcosa di preciso. Ma non te lo ricordi più. E ti ritrovi seduta per terra con la libreria di fronte, spopolata di libri, che ora sono accanto a te, sul pavimento. Perché la ricerca iniziale (che all’inizio ricordavi) ti ha portato a riprendere in mano volumi che non sfogliavi da tempo. E giri pagine, le annusi, spii nelle pieghe istantanee di momenti passati, di quel giorno in cui li hai aperti per la prima volta. E indovini quel che ti ricordi, scopri quello che ti hanno lasciato, emerge quel che ancora hanno da dirti (…te l’avevano mai detto prima?). Ogni tanto manca un micro angolo ad alcune pagine, morsi minuscoli ma intensi, mentre labbra e lingua non hanno lasciato segni. 

Era una ricerca e trovi molto, più di quello per cui hai iniziato. 

…perché ho iniziato? Cosa cercavo?

Non mi interessa più, forse domani. Ora viaggio attraverso paesaggi di parole, disegnano luoghi, verità e magia, ebbri di passione e vita, sguardi e corpi, saziano. Ma anche se sazia, c’è sempre spazio per una ricetta immorale.


Lascia un commento

Bella

Sono piccole le cose che fanno la differenza. Verso gli altri e verso te stessa. 

È stata una settimana…bella! E non me l’aspettavo, anzi la temevo… tant’è che è ancora più bella 🙂

Lo è stata perché ho fatto delle piccole scelte, quotidiane, che mi hanno portato un passo più in là. 

Ne rifletto ora, in questa serata che pioviggina…ed è una benedizione.


Lascia un commento

Espansione

Guardo istanti 

appena passati, prossimi

inaspettati e meravigliosi.

Cerco nello spazio qui

profumi, bagliori di sguardi

sorrisi e timide promesse.

Ieri si espande nel tempo

giorni prossimi in attesa.