cucublog

curiosità & cultura


Lascia un commento

Porto

Il porto.  Come sarà nata questa parola?  È così adatta.  Gente che viene, gente che va.  Movimenti curiosi, frenetici il giorno, più rilassati dal tramonto.  Momento intenso e leggero insieme.  Viaggi che trovano meta, sosta, tappa provenendo attraverso una superficie che lievi li sostiene e sotto nasconde segreti.  Sul filo dell’aria, che tenta talvolta di rallentarli: prenditi tempo.  Il tempo in porto è diverso, è altro, forse non c’è.  Si sta sospesi, affaccendati e osservanti.  È sempre così affascinante…  Suoni, voci, il sole si spegne, altre luci si accendono, la frenesia cala, la giornata si rilassa.  Il porto riposa (apparentemente…..)

(Marettimo, Tp, Sicilia)


3 commenti

Sicilia sud-occidentale

Sarò sincera: il primo impatto non è stato dei migliori…..ma poi!?! Che sorprese!

Marsala, il suo Stagnone e le saline (magia), Mazara del Vallo (meraviglia di colori!), Selinunte, …. 


La culla di cultura, arte, cortesia, accoglienza….ottima (…cosa c’è più di ottima? Eccelsa?) cucina…e poi parliamo dei vini? 


Vi scrivo da un tavolo di “Ciacco – Putia Gourmet” , Marsala (vivissimamente consigliato!!!): al tavolo di fianco, un signore non beve vino….. che tristezza….come si può? Qui poi?!? Rimedierò per suo conto… 😉

I love Sicilia! ❤️


Lascia un commento

Basilea in bici

Era parecchio che non pedalavo e l’occasione è arrivata a Basilea.
Un fine settimana a scoprire la città, percorrendo chilometri in bicicletta e a piedi.
Soprattutto bellissimo il percorso artistico in 24 stazioni dalla Fondazione Beyeler al Vitra Campus: dal borgo alle colline, attraverso percorsi lungo fiumi, canali, attraversamenti di campi, frontiere e splendidi vigneti.
Consigliato!

P.S. : cercate di perdervi spesso! scoprirete cose interessanti e divertenti 😉

IMG_9204IMG_9228IMG_9231IMG_9246IMG_9259IMG_9307IMG_9312


Lascia un commento

Miraggi

…o altro?

Quando il rumore di una tapparella ti sembra lo sciabordio dell’onda e riguardare una foto scattata al volo in autostrada A4, contro un cielo azzurrissimo, ti ricorda uno stabilimento al mare…la situazione è grave!?  😀

…o quanto meno ci vuole un buon caffè 😉


2 commenti

Immaginifica

Apre nei prossimi giorni a Bardolino (VR), sul Lago di Garda, una mostra dalle sfumature personali.
Se vi trovaste a girare da queste parti in occasione della Pasqua o la settimana successiva, consigliata!

A proposito… buona Pasqua!!  🙂

 

Invito


Lascia un commento

La Scuola dei tacquini

Già il nome è un dilemma. C’è chi lo scrive con –cq, chi con doppia –c, chi con la sola –q…. Insomma, ce n’è per tutti i gusti.
Ed anche nella forma (intesa in tutti i sensi possibili) c’è da sbizzarrirsi.
Chi lo preferisce con copertina rigida, chi morbida; chi sottile, chi spesso; chi rilegato, chi ad anelli; chi con fogli sottili per la sola (o quasi) scrittura, chi con fogli più pesanti che si prestino a diversi usi; chi lo mantiene in ordine, chi lo vive intensamente; chi lo usa con parsimonia, chi lo ha sempre sotto mano e vi annota tutto, disegna, incolla, strappa, attacca, ….
Ma uno dei dilemmi maggiori è: un tacquino per ogni diversa cosa/argomento/momento, o un taccuino unico che raccolga tutto e più di tutto? Da conservare, catalogare, sfogliare, rileggere, cercare.
Ne vedo diversi in giro e mi piace osservare le preferenze, gli usi, le personalizzazioni.
Non ho ancora trovato la mia versione, ci sto lavorando.
Ma credo fermamente nella possibilità di cambiare idea, quindi anche il tacquino e le scelte che facciamo in merito, possono variare nel tempo.
Forse è questo: rispetto a quanto ho fatto fino ad ora, sto per cambiare, sto valutando l’opzione di….
E voi… tacquinate? Com’è il/i vostro/i?  🙂

 

 


2 commenti

Buongiorno 

Mi piace ogni tanto prendermi qualche minuto, fare colazione al bar, la mattina presto e …captare.

Osservare le persone, gente che viene gente che va. Chi arriva ruspante già col sorriso, chi è ancora addormentato, chi è già arrabbiato (…sempre?).

Chi arriva solo e si prende il suo tempo, chi è di corsa ma veloce si concede il caffè, chi arriva in compagnia di qualcuno che non vedeva da tempo e coglie l’occasione, chi arriva con qualcuno con cui condivide qualcosa, un rapporto, un legame, un progetto…

Nessun giudizio. Qualche sguardo, qualche sorriso. L’emergere di consapevolezze che ti porti per la giornata, forse di più, ti danno una marcia, uno spunto, una sensazione dolcemente malinconica.

…buona giornata  🙂