cucublog

curiosità & cultura


Lascia un commento

Etimologia: TALENTO

Talento, deriva dal latino talentum, a sua volta dal greco.
E’ definito come l’abilità innata nel fare qualcosa; una capacità intellettuale non comune, associata a genialità o estro vivace; inclinazione o disposizione dell’animo riconducibile a varie determinazioni, quali il desiderio, il gusto, l’impulso o l’istinto.
Ne sono sinonimi attitudine, inclinazione, propensione, predisposizione, indole, dote, …
Lo sento (d’istinto) fortemente correlato alla creatività. D’altra parte, quale modo migliore di realizzare il proprio talento se non praticandolo, creando qualcosa che ne sia la manifestazione?
E ho trovato a questo proposito degli spunti interessanti… :

http://www.internazionale.it/opinioni/annamaria-testa/2014/03/25/perche-il-talento-puo-essere-pericoloso/

http://www.rivistastudio.com/editoriali/politica-societa/richard-florida-vecchio-continente-a-chi/

 


1 Commento

Il Costruttore

Charles-Edouard Jeanneret-Gris nasce in Svizzera il 6 ottobre 1887, ma vivrà la sua vita in Francia, riconosciuto come Le Corbusier.
Il mio incontro con Le Corbusier è stato indotto dalla passione per l’architettura, ma quello che si scopre leggendo i suoi numerosi e variegati scritti, è molto di più di quello che ci si aspetta.
Egli stesso non si riteneva “solo” un architetto, ma un insieme di attitudini, di passioni, di propensioni alle varie arti.
In Le Corbusier si incontrano il tecnico, il pittore, il grafico, il designer, il poeta, lo scrittore, …il viandante.
In maniera personale, sentita, partecipativa, condivide attraverso schizzi, tele e versi riflessioni, sensazioni ed emozioni senza tempo.

“Lascio sempre libera mezza giornata, la mattina o il pomeriggio, per tagliare i ponti (le catene), per staccare, per pensare a qualcosa di diverso, di disinteressato, di creativo, di potente, vitale, di passato-futuro coniugato”.  LC

E’ stato definito uno dei maestri del “Movimento Moderno”, un pioniere. Lo è stato allora e lo è adesso, attualissimo e futuristico.
Uno dei miei scritti preferiti è “Le poème de l’angle droit”, ritenuto dall’autore stesso il punto fondamentale di tutta la sua opera e a lungo tempo sottovalutato dal pubblico.
Nei versi e nelle splendide litografie correlate, Le Corbusier esprime i capisaldi del suo pensiero, umano, naturale, cosmico, tecnico, …

“Occorre ritrovare l’uomo. Occorre ritrovare la linea retta che abbraccia l’asse delle leggi fondamentali: biologia, natura, cosmo. Linea retta inflessibile come l’orizzonte del mare”. LC

Mi piace ricordarlo oggi e come molti altri giorni, aprire una pagina del Poème :

“…Non opprimete dunque colui
che vuole prendere la sua parte
dei rischi della vita.
Lasciate fondere i metalli,
tollerate delle alchimie che
d’altronde vi lasciano fuori causa.
E’ attraverso la porta delle pupille aperte
che gli sguardi incrociati
hanno potuto condurre
all’atto folgorante di comunione.
“lo sbocciare i grandi silenzi”…
Il mare è ridisceso
alla bassa marea
per poter risalire puntuale.
Un tempo nuovo si è aperto,
una tappa, un termine, un rimpiazzo.
Allora non saremo rimasti
seduti a lato delle nostre vite”.
LC

http://www.fondationlecorbusier.fr


Lascia un commento

Etimologia #2 : CURIOSITA’

Si dice che la curiosità è sintomo di intelligenza. Riguarda infatti il desiderio di conoscenza, di informazioni, il soddisfacimento dei propri interessi, dei dubbi. La sua origine, non a caso, così come per “cultura” (alla quale è strettamente correlata!), deriva dal latino “cura”, avere cura di sapere. Più che un comportamento, essendo caratterizzata dall’emozione, credo sia più corretto definirla un’attitudine, un atteggiamento, addirittura un istinto, che può essere diverso da persona a persona, in base alla situazione, all’oggetto, alla possibilità di soddisfarla.
Tant’è che la curiosità, destando molta curiosità, è costantemente sottoposta all’analisi di specialisti e studiosi dei comportamenti e della psiche… che tentano di soddisfarla  😉

Alcuni aforismi/citazioni interessanti in merito :

“L’arte di insegnare consiste tutta e soltanto nell’arte di destare la naturale curiosità delle giovani menti, con l’intento di soddisfarla in seguito. Per digerire il sapere, bisogna averlo divorato con appetito”. Anatole France

“La curiosità è una delle forme del coraggio femminile”. Victor Hugo

“Questo è il mio consiglio ai giovani: avere curiosità”. Ezra Pound

“Credo che alla nascita di un bambino, se una madre può chiedere a una fata di conferirgli un dono, il dono più utile dovrebbe essere la curiosità”. Eleanor Roosevelt

“La curiosità intellettuale disinteressata è linfa e sangue della vera civiltà”. George Maculay

“Colui che cerca con curiosità scopre che questo di per sé è una meraviglia”. Maurits Escher

“Non ho particolari talenti, sono solo appassionatamente curioso”. Albert Einstein

“Siate affamati. Siate folli”. Steve Jobs