cucublog

curiosità & cultura


2 commenti

Sembra ma è 

L’hanno sempre detto i saggi che l’apparenza inganna… così come che alle cose si da un nome.

Ma chi dice che per tutti sia uguale?  😉


Lascia un commento

01/2017

Adoranti
Emergono
Velate e prepotenti
Forti di leggerezza
Austere ancheggiano
Accennano svelamenti
Insinuano
Ingravidano e partoriscono
Dolcemente squarciano
Penetrano
Sussurrano e infieriscono
Sfidano e iniziano
Indipendenti dal vento
seguono un movimento
Quasi accarezzano
Poi tagliano
Deridono
Plasmano
Si plasmano
Non perdono
Sentono?

 


Lascia un commento

Isola non isola

Non è un’isola, uno spazio chiuso.
E’ nuovo, emergente, solo per te, per noi.
E’ l’abbraccio in cui ti voglio stringere, più forte,
è il germoglio nel suo tepore.
E’ l’apetura di un varco,
il superamento e la rinuncia all’ombra,
la luce nostra che si fa spazio.
Scusa se tentenno, se a volte taccio,
se non ho il coraggio di chiedere…
Ma adoro ascoltarti… sull’isola
che si genera nel tempo che
ci dedichiamo.


Lascia un commento

Fondamenta nuove

Lentamente rompe argini

si frammentano i confini.

Dolcemente apre emozioni

emergono sentimenti.

Sbocciando emana

libera semi

fondamenta nuove.


Lascia un commento

Attese di nascite

“Non confini, non limiti.

Tracce. Di infinite possibilità.

Nuclei porosi. Si scambiano forme, per conoscersi.

Fondersi o sciogliersi, resistere, persistere.

Semi tra le arature.

Attese di nascite”.

SZ


Lascia un commento

Segni

E poi i segni che compongono lettere e parole vengono sostituiti da altri, che compongono un linguaggio diverso, ma comunque fortemente comunicativo, forse di più… per chi sa cogliere più ancora.
E prendi in mano una penna, una matita senza quasi rendertene conto e nel non-tempo in cui ti dedichi al foglio tutto il resto intorno si spegne, si sospende.
Una volta finito, ritorni, qui, in te e la meraviglia della tua espressione, quella sul tuo volto, negli occhi e quella che hai manifestato nell’esprimerti con questo nuovo linguaggio, sono lì, unite in istanti di consapevolezza che non ti aspettavi.


Lascia un commento

Tendo apro tremo… Tu

“Tendo, apro, tremo.

Tu vienimi incontro,

non farmi scappare.

Germogliano spigoli.

Ombre si schiudono,

esaltano il fuoco”.


SZ