cucublog

curiosità & cultura


Lascia un commento

Bella

Sono piccole le cose che fanno la differenza. Verso gli altri e verso te stessa. 

È stata una settimana…bella! E non me l’aspettavo, anzi la temevo… tant’è che è ancora più bella 🙂

Lo è stata perché ho fatto delle piccole scelte, quotidiane, che mi hanno portato un passo più in là. 

Ne rifletto ora, in questa serata che pioviggina…ed è una benedizione.


Lascia un commento

Loop

…ma non è una musica: è nella testa.

Gira, gira, gira, …. Quando per diverso tempo hai ritmi serrati, intensi, complessi e poi arriva il momento in cui ti fermi, ti sospendi in attesa. E ti senti strana perché eri così dentro il ritmo precedente, che questo nuovo non ti pare tuo. 

Attesa. Attesa che altro si muova, si manifesti, che evolvano i semi che hai piantato. Attesa per vedere esiti, reazioni, stabilizzazioni. Attesa per capire, per ascoltare, per far depositare. Attesa…

E intanto cerchi di vestirti di quest’altro ritmo. È come un paio di jeans finita l’estate, durante la quale hai indossato pantaloni più leggeri, pantaloncini, vestiti, costume, …niente. Inizialmente sono rigidi e strettini, un po’ ansiogeni. 

Attesa. Jeans. Quaderno, matite, penne. Macchina fotografica. Libri. Occhi, cuore, pancia e testa. 

Ok, posso riempire questo tempo, sarò il mio loop.


Lascia un commento

Fili

Fili. Sottili, leggeri, eppure forti.

Contro cieli per gli occhi, per il cuore.

In un nuovo equilibrio

mi portano a me.

Mi portano a te.


Lascia un commento

Svelo

 

“Sputo parole che incendiano l’aria.
Corto circuiti volanti.
Dove arriveranno nel vento, a chi?
Ti arriveranno anche se non vorrai ascoltare.
Vomito emozioni oramai incontenibili.
Concimano nuovi terreni.
Attendono nuvole
che porto da un futuro selvatico,
dove avevo imparato tutto.
Farò piovere tanto,
per rabbia, ma soprattutto per amore.”

SZ

 


1 Commento

Parlami

” Parlami.
Disegna nell’aria immagini,
i toni come colori,
le parole sfumature e segni.
Parlami.
Costruisci con le mani castelli invisibili,
stanze di ricordi, sfuocati e vivi,
cortili di desideri e sogni liberi.
E adesso ascoltami.
Ti racconto di te “.

SZ


2 commenti

Mi guardi negli occhi perplesso…
“Io per molto meno mi son perso
e invece guarda tu,
riesci sempre a stare sù”.
Ti guardo negli occhi e ti rispondo:
“Io e te non siamo di questo mondo.
Sai, ci sono tanti modi di cadere…
Se impari a guardare, poi arriva il vedere”.
© SZ

 

P.S. Alcuni altri miei brevi “pensieri” li trovate anche qui : http://www.t-poem.com/T-Poem/Benvenuto.html

 


1 Commento

Riflessi

“Come mi assomiglia oggi quella nello specchio.
La meraviglia! Sale e sole”.
SZ