cucublog

curiosità & cultura


1 Commento

Sogni e fatti di nera

Leggerezza.
Per praticarla, bisogna studiarla, conoscerla, comprenderla, farne esperienza.
Poi per saperla trasmettere, ci vuole classe!
Enrico Cerni, il Prof. Enrico Cerni ce l’ha, tanta.
Il suo romanzo, “Non accettare sogni dagli sconosciuti”, narra con sapiente leggerezza le vicende di Aldo, cronista in un paese di provincia, dove si intrecciano fatti personali e misteri pubblici.
Lo leggi sereno, trasportato dall’armonia di un linguaggio fine; senza rendertene conto arrivi alla fine e ti accorgi che emergono delle sfumature, delle riflessioni, delle realtà.
Molto piacevole.

Enrico Cerni
“Non accettare sogni dagli sconosciuti”


1 Commento

Gerusalemme

Questione spinosa. Negli anni ne abbiamo sentite e viste di tutti i colori.
Ma ci è mai stata veramente chiara la faccenda?
Un valido aiuto che lo può dare Franco Cardini, che nel testo ci racconta la storia della Città Santa dalle sue più remote origini ad oggi.
Un’analisi chiara, essenziale, senza colpe e favoritismi, senza giudizi e accuse.
Solo fatti, vicende, aneddoti, consigli. Tanta passione e amore per una città visitata e vissuta, amata e pianta, scoperta e da scoprire sempre.

Franco Cardini
“Gerusalemme. Una storia”
Ed. il Mulino


Lascia un commento

New su “Le Nius”

Avete iniziato il conto alla rovescia per Natale?
E con i regali come siete messi?
Se dovete pensare a qualcuno con il pollice verde o che comunque ama il verde, ecco qualche dritta dal mondo dell’editoria 😉
Leggete su Le Nius


2 commenti

Walkscapes

Francesco Careri ci porta alla scoperta dell’arte di camminare.
La pratica estetica del camminare consiste nel rendere il nostro vagare uno strumento di osservazione dello spazio che ci circonda.
In un libro molto interessante e ben costruito, l’autore ci racconta la storia e l’evoluzione di questa antica pratica, che si è forse persa in alcuni momenti, ma ancora adesso torna.
Vi avviso: ci sono tantissimi spunti, per cui non prendetevela con me se dopo averlo letto (o forse ancora prima, come ho fatto io…) vi istigherà a leggerne altri  😉
Lettori avvisati, mezzi salvati!  😀

Francesco Careri
“Walkscapes”
Ed. Piccola Biblioteca Einaudi


Lascia un commento

Più libri più liberi

…a proposito di libri… e festival connessi.
Si svolge dal 4 all’8 dicembre a Roma questa interessante rassegna: “Più libri più liberi”.
Già lo slogan mi pare ottimo.
Come sempre, occasione ghiotta, ricca di incontri, eventi e tanto altro.
Per me è un po’ fuori mano, ma se qualcuno va e ci volesse poi raccontare…. noi ascoltiamo volentieri  😉

 


1 Commento

BookCrossing

Ho trovato in giro un punto BookCrossing con un interessante volantino che spiegava bene come funziona e dava utili indicazioni.
Così mi sono ben informata e ho pensato che creerò un’etichetta Cucù e lascerò libero qualche libro  🙂
Voi avete mai utilizzato (in un senso o nell’altro) questo servizio?
Trovo che abbia diversi vantaggi/opportunità: se si hanno libri doppi o dei quali si può fare a meno, piuttosto che un libro che ci ha tanto colpiti da volerlo diffondere, si può liberare, dando ad altri la possibilità di goderne. E poi con l’etichetta è possibile seguirne l’itinerario; curioso, divertente, potrebbe essere occasione di nuove conoscenze.
Nel sito è spiegato bene…
Vi avviso quando metto in circolo il primo!  😉

 


1 Commento

Sarà…

…ma a volte capiti in alcuni libri che tutti dicono siano strepitosi, interessanti, fantastici…. e tu rimani lì… un po’ perplessa.
Forse ho sbagliato qualcosa? Non l’ho letto nel modo giusto?
Ma poi: c’è un modo?? Non credo…
E allora pazienza, vorrà dire che su di me non ha avuto lo stesso effetto.
Ma la cosa si fa ancora più curiosa quando si tratta di testi accademici.
Sarò eretica  😮 , ma mi chiedo come possano essere dei riferimenti così importanti.
In compenso ne trovi altri, meno noti e meno impiegati, che ti svelano argomenti e punti di vista di gran lunga più stimolanti, per fortuna!
Certo che poi, il confronto è inevitabile: perchè quello e non questo?
Sarà pur vero che ci sono fondamenti indiscutibili, ma ogni tanto un dubbio non farebbe male …no??  😉