cucublog

curiosità & cultura


1 Commento

Quando le parole tornano

Quanto tempo….

Anni a scrivere, quasi quotidianamente. Poi la vita sterza bruscamente. Sei così affollata, di cose, di impegni, di pensieri… che tutto si blocca, si somma, si ammucchia come dietro un muro. Non c’è sbocco, non c’è sblocco.

Tanto impegno, su tutti i fronti. Fino a quando, chiedendo aiuto, trovi soluzioni, passo per passo.

E le parole tornano, escono, finalmente fluiscono. Ma non scritte. Hai imparato a parlare.

È necessità anche questa, come lo era lo scrivere. Più forte. È sopravvivenza. È salvezza e salute.

E scrivere è diverso…

Sarà altro.


2 commenti

Imparare a parlare

E’ un momento particolare. Qualcosa ancora cambia. Dentro.
E’ come imparare a parlare per la prima volta (un’altra volta…).
Lo so fare, la voce c’è, ma non ho i vocaboli, non so come combinarli. Non so se combinarli.
Filtri? Non filtri? Con chi? Per cosa? Perché?
Tocca a me adesso.
Aprirmi, manifestarmi, comunicare. Per intero.
Nessuna scelta intermedia.
Paura.
Di mostrami, delle reazioni, dei giudizi, degli effetti.
Soprattutto paura di me. Di scoprire quanto posso fare. Tanto.
Sorprender-me.
E i polmoni lavorano. E’ una dialisi.
Respira Silvia! Respira-ti ed espira-ti, esalati, emanati.
Fotosintesi di me.

 


3 commenti

A tutto

“Si parlo. E allora?

Parlo a tutto, continuamente.

A tutto.

Non a tutti.”

SZ