cucublog

curiosità & cultura


Lascia un commento

Un giorno speciale 

A quest’ora mi avresti chiamato, chiedendomi per l’ennesima volta: “A che ora hai l’atto?”.E poi ancora ti saresti raccomandato: “Hai i documenti? Hai controllato le carte? Leggi tutto bene, due volte e non firmare se qualcosa non ti torna o non sei convinta! …hai tutto?”

La mamma questa mattina mi ha detto che oggi è un giorno speciale. Ho minimizzato, brontolando un po’. Adesso che sono qui col magone ed emozionata, capisco perché, aveva ragione.

Oggi è un giorno speciale, per tante ragioni. Visibili e invisibili.

Allora vado papà… però tu accompagnami


Lascia un commento

Dialoghi (al limite della consapevolezza)

“A volte non riesco a star ferma, devo andare.”

“Ma andare dove?”

“Non importa, basta non sia qui, basta non sia niente, basta ci sia qualcuno, ma che non parli, non troppo, che non faccia domande, che forse nemmeno ascolti se apro bocca, perché se lo facessi probabilmente direi cose che poi non vorrei aver detto, non così.
Quelle cose che pensi, che sono dentro di te ma temi di dire, temi che siano sentite, soprattutto temi gli effetti del loro eco dentro.
Hai capito?
Ma mi hai sentito?”

“Sentito si, ma non ho ascoltato… almeno credo…
Non è quello che volevi?”

“…non lo so. Oggi è uno di quei giorni che tutto si affaccia al limite della consapevolezza, ma io non ho voglia, non ho tempo, non per questo.
Andiamo?”

“Dove?”

“Andiamo…”

 


Lascia un commento

Telegramma

Fili

tesi da desideri.

Comunicazioni

telegrammi intensi

leggeri e densi.

Stai guardando anche tu

lo stesso cielo?

Rimani in ascolto

ricevi-mi.


Lascia un commento

Germogli

Era solo ieri 

ma sembra già lontano.

Assenze e presenze che

scandiscono e annientano il tempo.

Comunicazioni, immagini, segni che

nel frattempo tessono.

Sostengono, elevano, abbracciano,

scaldano. Seminano.

Nelle pause tra le nostre braccia

germogliano.


Lascia un commento

Ferma

Sto per alzarmi dal divano per scattare un’altra foto al tramonto e mi dico: “No, stai qui, ferma. Guardalo e basta. Una foto comunque non gli renderà totale giustizia”.

Ed è allora che lo vedo. Il vento muove le nuvole, veloci scorrono da sud a nord. Ogni istante cambiano il panorama, variano forme e sfumature. Ridisegnano tutto, continuamente. 

E la luce cala, lenta. Nella direzione trasversale alle nuvole.  Riscalda i toni, li porta ad unirsi. Fino al momento in cui i contorni sono tutti neri e il cielo solo detiene quella gamma di colori.

Dentro è buio, luci spente. Fuori non ancora. Sto qui ad aspettare che si spenga… La foto più bella è nei miei occhi.


1 Commento

Riflessi

E poi ti regalano una giornata limpida, sole a picco, aria sussurrante. 

E cerchi di prenderla tutta, di fermarne qualche frammento, qualche riflesso.

Per ricordarti che tutto è possibile.


2 commenti

Buongiorno 

Mi piace ogni tanto prendermi qualche minuto, fare colazione al bar, la mattina presto e …captare.

Osservare le persone, gente che viene gente che va. Chi arriva ruspante già col sorriso, chi è ancora addormentato, chi è già arrabbiato (…sempre?).

Chi arriva solo e si prende il suo tempo, chi è di corsa ma veloce si concede il caffè, chi arriva in compagnia di qualcuno che non vedeva da tempo e coglie l’occasione, chi arriva con qualcuno con cui condivide qualcosa, un rapporto, un legame, un progetto…

Nessun giudizio. Qualche sguardo, qualche sorriso. L’emergere di consapevolezze che ti porti per la giornata, forse di più, ti danno una marcia, uno spunto, una sensazione dolcemente malinconica.

…buona giornata  🙂