cucublog

curiosità & cultura


Lascia un commento

La Scuola dei tacquini

Già il nome è un dilemma. C’è chi lo scrive con –cq, chi con doppia –c, chi con la sola –q…. Insomma, ce n’è per tutti i gusti.
Ed anche nella forma (intesa in tutti i sensi possibili) c’è da sbizzarrirsi.
Chi lo preferisce con copertina rigida, chi morbida; chi sottile, chi spesso; chi rilegato, chi ad anelli; chi con fogli sottili per la sola (o quasi) scrittura, chi con fogli più pesanti che si prestino a diversi usi; chi lo mantiene in ordine, chi lo vive intensamente; chi lo usa con parsimonia, chi lo ha sempre sotto mano e vi annota tutto, disegna, incolla, strappa, attacca, ….
Ma uno dei dilemmi maggiori è: un tacquino per ogni diversa cosa/argomento/momento, o un taccuino unico che raccolga tutto e più di tutto? Da conservare, catalogare, sfogliare, rileggere, cercare.
Ne vedo diversi in giro e mi piace osservare le preferenze, gli usi, le personalizzazioni.
Non ho ancora trovato la mia versione, ci sto lavorando.
Ma credo fermamente nella possibilità di cambiare idea, quindi anche il tacquino e le scelte che facciamo in merito, possono variare nel tempo.
Forse è questo: rispetto a quanto ho fatto fino ad ora, sto per cambiare, sto valutando l’opzione di….
E voi… tacquinate? Com’è il/i vostro/i?  🙂

 

 


Lascia un commento

Aachen

Eccoci rientrati a casa…

Ma prima di riprendere i consueti ritmi, vi voglio raccontare dell’ultima tappa.

Sabato trasferta da Hamburg ad Aachen, 500 km su due macchine piene: di amici, di racconti, di commenti, di strumenti, di bagagli.

Il locale per l’ultima data si chiama Musikbunker… Pensavamo fosse solo il nome, invece: è proprio un bunker!!!!

http://www.musikbunker-aachen.de/musikbunker/de/pages/home/home.php
In città ci raccontano ce ne sono diversi, molti utilizzati per attività svariate.

Finché la Band si sistema, ne approfitto per scuriosare qua e là….

   
                 



  

Non ho avuto tempo e modo di visitare la città, ma l’esperienza è stata comunque molto interessante e da quel che ho visto attraversandola, varrà la pena tornare.

Poi ieri rientro, 1000 km fino a casa… Ancora racconti, ricordi freschi, emozioni, opinioni, …e già un po di nostalgia  😉

Ringrazio di cuore la JJEB per avermi coinvolta e accolta!! John, Franz, Alan, Cesare e P : I love you guys! È stato bellissimo! 🙂

…quando si riparte??  😉


Lascia un commento

#lavoronarrato

Ve lo ricordate? Ne avevamo già parlato l’anno scorso, di questa iniziativa di condivisone e narrazione.
L’esperienza, che è proseguita e maturata, si ripete oggi/domani con la proposta di un bel flash mob .
Partecipiamo!  🙂
Interessante anche l’articolo correlato
Raccontiamo, raccontiamoci.


1 Commento

Gerusalemme

Questione spinosa. Negli anni ne abbiamo sentite e viste di tutti i colori.
Ma ci è mai stata veramente chiara la faccenda?
Un valido aiuto che lo può dare Franco Cardini, che nel testo ci racconta la storia della Città Santa dalle sue più remote origini ad oggi.
Un’analisi chiara, essenziale, senza colpe e favoritismi, senza giudizi e accuse.
Solo fatti, vicende, aneddoti, consigli. Tanta passione e amore per una città visitata e vissuta, amata e pianta, scoperta e da scoprire sempre.

Franco Cardini
“Gerusalemme. Una storia”
Ed. il Mulino


Lascia un commento

New su “Le Nius”

Vivete in città e avete un orto sul tetto? un orto condiviso? un giardino collettivo dove vi ritrovate per avere un po’ di ristoro dalla calura estiva?
Scriveteci a  food@lenius.it  e raccontateci la vostra esperienza!  🙂

http://www.lenius.it/orto-sul-tetto-che-scotta/

 


2 commenti

A più mani

Ricevevo ieri una comunicazione dallo staff di “A più mani”, confessavo un mio limite, nel sentirmi in difficoltà di fronte a dei temi dati (forse brutti ricordi del tempo della scuola…).
E proprio questa mattina trovo una nuova proposta del team, che mi ha mosso qualcosa dentro… e mi ha fatto ricordare di un breve racconto (o forse l’inizio di qualcosa di più…) che aveveo scritto anni fa e ho conservato. Ma dove??
Ah eccolo, nell’armadio, riposto tra le pagine di album da disegno che non ho mai consumato…

http://apiumani1.wordpress.com/2014/06/16/prendere-e-dare/

 


Lascia un commento

A proposito di …

Stiamo navigando lungo la costa, su un piccolo motoscafo.
Stiamo.. chi? Eh bhè, mica vi posso dire tutto  😉
La scogliera scura ribatte onde vivaci, la schiuma la sciarisce.
Pinguini in quantità si addossano alla parete e sulla ridotta spiaggia sottostante.
Ma c’è qualcosa che non  mi torna… i pinguini hanno qualcosa che non va…
Arriviamo alla nostra meta. Quale? Bhoooo!  😐
Poi riprendiamo la strada del ritorno.
Passiamo ancora davant alla scogliera.
Ma i pinguini sono quasi tutti morti!?! e anche quelli nell’acqua, galleggiano!?
Troviamo un approdo e scendiamo a terra, vogliamo indagare la faccenda.
Ci dividiamo, io vado da sola versa destra, risalgo dei terrazzamenti del terreno fino a raggiungere il retro di una vecchia caserma abbandonata.
Non è la stagione calda, lo evinco non tanto dalla temperatura, che non sento, ma dal mio abbigliamento: giaccone invernale rosso; e sulle spalle ho lo zainetto giallo fluo.
Cazzarola, sono visibillisima così!
Me ne rendo conto solo ora che d’improvviso avvisto un’auto appostata poco distante, con due tizi a bordo. Mi pare sia un’auto della polizia.
Ma che ci fanno qui? Perchè non intervengono a salvagiardia dei pinguini??
Penso che devono averci qualcosa a che fare. Meglio non farsi vedere.
Mi appiattisco a terra, vicino ad un’altra persona, che già si nasconde.E’ dei miei? Non lo so, è completamente distesa a pancia in giù, con il volto rivolto dall’altra parte e non fa alcun cenno al mio burrascoso arrivo.
Rimango lì, immobile e muta, sbirciando di tanto in tanto cosa stiano facendo i due nella macchina e scrutando l’orizzonte alla rierca di notizie sui miei compagni.
Ma la persona di fianco a me nulla, nessun movimento, commento.
La guardo meglio: ha gli occhi chiusi e per una frazione di secondo ho un atroce dubbio…
Ma invece no, respira. Solo che…. sta dormendo!?
Ma ti pare questo il momento di dormire??

Sogno. Notte 18-19/03/2014

…giuro! ieri sera ho bevuto solo un bicchiere d’acqua  😀