cucublog

curiosità & cultura


3 commenti

Giù tra i libri

Forse cercavi qualcosa di preciso. Ma non te lo ricordi più. E ti ritrovi seduta per terra con la libreria di fronte, spopolata di libri, che ora sono accanto a te, sul pavimento. Perché la ricerca iniziale (che all’inizio ricordavi) ti ha portato a riprendere in mano volumi che non sfogliavi da tempo. E giri pagine, le annusi, spii nelle pieghe istantanee di momenti passati, di quel giorno in cui li hai aperti per la prima volta. E indovini quel che ti ricordi, scopri quello che ti hanno lasciato, emerge quel che ancora hanno da dirti (…te l’avevano mai detto prima?). Ogni tanto manca un micro angolo ad alcune pagine, morsi minuscoli ma intensi, mentre labbra e lingua non hanno lasciato segni. 

Era una ricerca e trovi molto, più di quello per cui hai iniziato. 

…perché ho iniziato? Cosa cercavo?

Non mi interessa più, forse domani. Ora viaggio attraverso paesaggi di parole, disegnano luoghi, verità e magia, ebbri di passione e vita, sguardi e corpi, saziano. Ma anche se sazia, c’è sempre spazio per una ricetta immorale.


Lascia un commento

Gli attimi prima

Le ombre stanno cedendo il passo alle sagome.

Prima sfuocate e leggere, ora marcate e più grevi, le forme si addensano.

I pensieri con loro. Si adagiano sul fondo della giornata, chiedono riposo.

Si fanno sensazioni, conoscenza. Gli attimi prima della consapevolezza.


1 Commento

Emozioni

“Ci sono emozioni che non ti aspetti,

che non sai spiegare,

che ti rivoltano dentro

e vorresti continuamente provare.

Una specie di droga,

nessuna assuefazione,

una meraviglia oltre tutto,

sospendo pensieri e azione”.


1 Commento

Intensità

Giornata uggiosa.
Fuori piove, ma non è freddo.
L’umidità cerca di penetrare.
Ma ho abbondanti pensieri che già occupano posto, che tengono caldo.
Diverse cose da fare, di più di che riflettere.
Ma non è pesante…
Aria piena, testa piena. Sono un tutt’uno.
Galleggiamenti, sospensioni, cadute in consapevolezza.
Sensazione di intensità.

Qualche tempo fa qualcuno mi ha detto che non sempre DEVI scegliere: PUOI scegliere.
All’ora l’avevo capito. Ieri sera un lampo: l’ho compreso.
Adesso tutto sta a metterlo in pratica  😉


Lascia un commento

Bolla

Sono in una bolla.
Capita che alla fine di un periodo, di un percorso, nella pausa tra un attività e altro, si abbia una sorta di rifiuto per tutto ciò che è stato fatto fino a quel momento. Si sente, del tutto spontaneamente, la necessità di staccare la spina, di dedicarsi ad altro.
E la testa ha quella sensazione di galleggiamento, di “semi-sospensione” dal resto del corpo: si accorge che sta bene anche così, un po’ per i fatti suoi, senza impegni. Incredibilmente ad istanti (frazioni di frazioni di secondo) è vuota!?
Sembra quasi impossibile, considerati tutti i pensieri che di solito la affolano e si vorrebbe essere capaci di riprodurre lo stesso effetto in situazioni di necessità! Ma no, capita così…
Meglio godersi anche questi momenti di “sostenibile leggerezza dell’essere”  😉


1 Commento

Osservate

Avete mai osservato che spesso ad uno stesso nome (di persona) corrispondono caratteristiche uguali?
Avete mai osservato com’è sorprendente riconoscersi nel gesto di un altro?
Avete mai osservato che se sorridete, seppure gli occhi si stringano, la luce intorno è di più?
Avete mai osservato il vostro respiro, i suoi mutamenti?
Avete mai osservato che il vento scompiglia i pensieri, regala un nuovo ordine?
Avete mai osservato come le persone cambiano ai vostri occhi e voi con loro?
Avete mai osservato che d’un tratto non vi manca più niente? che le priorità son cambiate, son leggere? che la nostalgia è di qualcosa ancora da venire e non più del passato?
Osservate…
E osservate poi quella sensazione allo stomaco, poi più sù… e il sorriso morbido e comprensivo che vi si disegna sul viso. Osservate…


1 Commento

Canzoni dentro

Ci sono canzoni che ti suonano dentro, te le porti appresso tutta la vita, per motivi svariati… ogni tanto saltano fuori nella testa e le vai a ricercare.
L’ho riascoltata un paio di sere fa …ed ha sempre il suo perchè  🙂

P.S. : Santana in Arena (VR) il 20 luglio! Noi ci saremo!!  😉